"In tempi come questi in cui i cittadini sono giustamente sfiduciati e arrabbiati nei confronti delle istituzioni è motivo di orgoglio che invece a Santa Giusta i cittadini sappiano di trovare nel Comune e nel Sindaco dei punti di riferimento e degli interlocutori a cui esporre le proprie sacrosante necessità e da cui aspettarsi impegno e sostegno. E' molto positivo che anche nei momenti di crisi i cittadini vengano ad incontrare il Sindaco e si aspettino da lui ascolto e collaborazione. Così è stato finora, così è oggi e così sarà domani. All'inizio del mio mandato dall'opposizione arrivavano spesso ironie e frecciatine perché dicevo che sarei stato un sindaco disponibile e che le porte del Comune sarebbero state sempre aperte per i cittadini: ebbene mi fa molto piacere vedere che dopo 5 anni alcuni cittadini si siano così ben abituati alla disponibilità del Sindaco e alle porte aperte del Comune da presentarsi senza neppure chiedere di concordare un appuntamento e senza neppure firmare la lettera con cui annunciano l'incontro (!). Sapevano che mi avrebbero trovato al lavoro in Comune come tutti i giorni perché sono abituati ad un sindaco aperto all'ascolto e disponibile. Purtroppo non essendo stato contattato in anticipo per concordare questo confronto - se si esclude la lettera anonima ricevuta venerdì - non ho potuto spostare un inderogabile impegno già programmato per stamattina. Ho subito dato la mia piena disponibilità ad un incontro già nei prossimi giorni per entrare nel merito delle questioni. Voglio però ricordare all'amico Mario Pinna, che ha organizzato la manifestazione, che lui è un consigliere comunale di minoranza e in quanto tale dovrebbe tenere nella giusta considerazione il Consiglio Comunale come luogo più opportuno per rappresentare istanze e proposte. Dopo aver tanto lamentato la mancanza di partecipazione pubblica alle riunioni, adesso è la stessa minoranza a preferire i sit-in improvvisati ad un confronto costruttivo in aula! Sarà l'aria delle elezioni in vista ed il bisogno di visibilità?".

Angelo Pinna
Sindaco di Santa Giusta

Il comitato delle attività produttive di Santa Giusta, pescatori, agricoltori, commercianti ed artigiani, si ritroverà lunedì 23 febbraio alle ore 11 nel piazzale antistante la casa comunale per un sit-in.

Seguo con molta preoccupazione e perplessità la vicenda che sta riguardando il progetto di realizzazione dell’ impianto solare termodinamico ibrido, nelle campagne di San Quirico, fra Oristano e Santa Giusta. Innanzi tutto perché credo che ogni comunità abbia il diritto ed il dovere di presidiare il luogo in cui vive e lavora. Sempre. E di custodirlo. E di decidere, collettivamente, come impiegare il suolo, l’ambiente e le risorse che sono parte essenziale di quel contesto geografico e sociale sul quale quella stessa comunità ha deciso di progettare il proprio futuro e di essere protagonista e non spettatrice di scelte strategiche che non possono essere imposte né dal tempo della burocrazia né dalle contingenze economiche o industriali.

Oggi alle 10 si terrà la conferenza stampa di presentazione del progetto Il mare e la terra DELL'AREA MARINA come fonte di cibo sostenibile.

Diretta streaming su www.supertvoristano.it   

Con un progetto da 250 mila Euro il Comune di Oristano effettuerà i lavori urgenti di sistemazione della scuola materna di via Lanusei.
L’appalto è stato vinto dall’impresa Tecnosea Costruzioni di Mogoro che ha presentato un’offerta con un ribasso del 23,151%.
Alla gara d’appalto hanno partecipato 111 imprese, di cui 3 di Oristano e 13 della provincia.

Alla lettura del Programma, delle dichiarazioni programmatiche e all’idea di ridisegnare un’altra città insieme, non vogliamo rinunciare. Anche se troppe volte, la Giunta Tendas per esigenze contingenti, ha preso altre decisioni. Il gruppo Per Oristano si riferisce all’obiettivo primario, scritto nel Programma elettorale e  non lo ritrova.