Santa Giusta riesce a mantenere al minimo le aliquote e quindi a non aumentare le tasse per i cittadini e per le aziende. lo afferma in una nota il sindaco Angelo Pinna, che aggiunge: nell'ultimo consiglio comunale abbiamo approvato di mantenere le aliquote IMU al livello base stabilito dallo Stato. Per quanto riguarda invece la TASI non solo l'abbiamo mantenuta invariata ma siamo anche riusciti a ridurla del 50% per le zone agricole, cioè per i residenti in campagna e nella borgata agricola di Cirras.

In merito all'assistenza scolastica specialistica e al trasporto dei ragazzi disabili della provincia di Oristano, l'assessore della Pubblica Istruzione, Claudia Firino, precisa che su questo servizio, di competenza delle Province, la Regione ribadisce ancora una volta il suo impegno. "Per l'anno scolastico in corso abbiamo erogato a novembre l'intero stanziamento regionale, in anticipo rispetto agli anni scorsi. Inoltre - ha precisato l'assessore Firino - per far fronte alle difficoltà degli enti locali, abbiamo aumentato la quota utilizzabile nell'anno scolastico in corso e abbiamo incrementato i fondi per il prossimo anno scolastico. La Regione ha avuto un comportamento più che virtuoso, in questa vicenda. Capiamo le difficoltà che suscita l'attesa riorganizzazione degli Enti Locali, ma ognuno deve assumersi la sua responsabilità. Sono io la prima a pretendere che i ragazzi non perdano neanche un giorno di scuola e che abbiano il supporto che deve essergli garantito, anche alla luce dello sforzo fatto da questo assessorato", conclude l'Assessore.

 

“Mentre si chiudono scuole, uffici postali, sportelli bancari, tribunali e presidi delle forze dell’ordine, mentre lo Stato decide di sopprimere la Prefettura dando il via alla fase finale del suo piano di fuga dal territorio, mentre i politici si mostrano solo per le consuete passerelle mediatiche, la Regione rifiuta di riconoscere lo stato di crisi dell’Oristanese e di stanziare le risorse necessarie a consentire l’avvio di un progetto di rilancio”, dichiara il capogruppo dei Riformatori Sardi – Liberaldemocratici in Consiglio regionale, Attilio Dedoni.

Sabato 21 marzo la Presidente della Camera Laura Boldrini sarà a Oristano per una visita istituzionale. Filo conduttore della visita sarda, che inizia venerdì 20 marzo, sarà l’omaggio a tre donne che hanno onorato l’isola con il loro operato: Eleonora d’Arborea, Grazia Deledda e Maria Lai. Super Tv Oristano trasmetterà in diretta (sul Web Super Tv 3.0 e sul Digitale terrestre) gli appuntamenti a Oristano, con i seguenti orari:

Ore 10,00 in diretta dal Comune di Oristano, incontro con gli Amministratori;

Ore 10,45 in diretta dal Liceo Classico De Castro, incontro con gli studenti;

Ore 12,15 in diretta da Cabras per l’inaugurazione della nuova ala del Museo civico;

Ore 17,00 in diretta dal Teatro Garau, tavola rotonda con le imprenditrici sarde.

“Abbiamo attivato tre linee di intervento per sostenere le famiglie che attraversano un grave stato di disagio economico – spiega il Sindaco Guido Tendas -. Un dato su tutti: i servizi sociali comunali seguono oltre 2400 persone, un numero, purtroppo, in costante crescita, anche in considerazione della lunga crisi economica. Un numero che impressiona se rapportato ai residenti che in città sono poco meno di 32 mila”.

Questo fine settimana Oristano avrà l’onore di ospitare la terza carica dello stato: l’On. Boldrini. Tralasciando le posizioni politiche della “PRESIDENTEssa”, dalla quali sono distante anni luce, trovo censurabile che l’illustre ospite si intrattenga esclusivamente con gli studenti del Liceo Classico “De Castro”. Mi sono chiesto: come mai incontrerà solo gli studenti del Liceo Classico De Castro? Non sarebbe stato meglio incontrare tutti gli alunni delle classi quarte e quinte della Provincia?