Con 16 voti a favore (la minoranza era assente per protesta contro i lavori delle commissioni consiliari) il Consiglio comunale di Oristano ha approvato il Prospetto economico - finanziario (PEF) con le tariffe e le scadenze della TARI 2015. L’Assessore ai Tributi Giuseppina Uda ha presentato l’argomento in aula spiegando che il tributo sui rifiuti prevede la copertura totale del costo del servizio che per il 2015 è di 5 milioni 742 mila Euro, con una riduzione di 72 mila Euro rispetto all’anno scorso.

 

“Un aspetto molto positivo è l’aumento della superficie imponibile, la base imponibile, sulla quale ripartire il costo – ha detto l’Assessore Uda -. Il che significa che essendoci più soggetti che pagano il tributo minore è la quota a carico di ognuno. Nel caso specifico, le imprese e le superfici dichiarate sono di gran lunga superiori rispetto all’anno precedente. Talmente superiori che ciascuna utenza paga di meno con riduzioni anche molto consistenti rispetto al passato. Qualche esempio: i negozi di alimentari pagano mediamente 100 euro in meno per ogni 100 metri quadri, le pescherie, i negozi di ortofrutta e i negozi di fiori pagano 200 euro in meno rispetto all’anno precedente ogni 100 metri quadri. Gli ipermercati hanno avuto una sensibile riduzione perché è aumentato il numero di imprese iscritte in quei settori ed è aumentata la superficie. Anche le famiglie pagano meno rispetto all’anno scorso, di pochissimo, ma tutti pagano meno”.

Il PEF stabilisce che il pagamento della TARI 2015 avvenga in 4 rate con scadenze al 16 luglio 2015, 16 settembre, 16 novembre 2015 e 16 gennaio 2016 o in alternativa in un'unica soluzione entro la scadenza della 2° rata.

CONSIGLIERE MUGHEDDU 20:07
Mi limito a ringraziare per il lavoro svolto gli uffici e ovviamente l’Assessore.
Ovviamente io credo che non sia facile gestire un argomento così vasto come le tariffe TARI, però ci stiamo davvero mettendo tutto e credo che tutto sommato gli effetti si stiano anche vedendo in concreto in città, perché ritengo che la città a oggi sia più pulita rispetto a prima.
Si può migliorare, ma questo è stato anche evidenziato nella relazione.
Oggi siamo se non sbaglio al 61% della raccolta differenziata, l’obiettivo è raggiungere il 75%.
Credo che questo sia fattibile e che Oristano lo possa fare. Da questo punto di vista io ritengo che Oristano sia da considerare quindi un Comune virtuoso.
Detto questo, non posso che annunciare il voto favorevole del gruppo Insieme.

PRESIDENTE 20:09
La parola al Consigliere Martani.

CONSIGLIERE MARTANI 20:09
Il voto ovviamente è favorevole, perché a me verrebbe facile, facendo il mestiere che faccio, anche dire che nel silenzio di chi avrebbe interesse a demolire l’attività di questa Giunta e di questo Consiglio, nel silenzio dell’opposizione è chiaro che già questo silenzio certificava la bontà dell’operato della Giunta.
Già era successo l’anno passato, dove nell’ipotesi in cui si parlava di errori nella determinazione del prospetto economico finanziario, chi urlava ai quattro venti, quasi sconfinando in accuse di poca chiarezza e poca trasparenza anche su qualcosa di illegale, poi era stato costretto a spegnere gli strumenti, i supporti attraverso i quali si intendeva demolire l’operato di questa Amministrazione.
Allo stesso tempo, succede che oggi ci troviamo ad approvare il prospetto economico finanziario secondo la prospettiva che è stata indicata dall’Assessore, che è stata analizzata nella commissione bilancio.
E anche questo va nella stessa direzione sempre di rispetto del cittadino, di quei principi di trasparenza e di equità nella tassazione, per cui è chiaro che il mio voto sarà positivo.

PRESIDENTE 20:11
Non ci sono altri interventi per dichiarazione di voto.

Pongo in votazione il punto dieci all’ordine del giorno.
Esito della votazione: presenti 16; votanti 16; favorevoli 16.
Votazione: approvato.

Pongo in votazione l'immediata esecutività della delibera.
Esito della votazione: presenti 16; votanti 16; favorevoli 16.
Votazione: approvata.