Massimo Torrente ha fatto il suo ingresso stamattina nella sede della Provincia di Oristano, in via Carboni. Nominato, nei giorni scorsi, dalla Giunta Regionale quale amministratore straordinario della Provincia, guiderà l’Ente sino al 31 dicembre 2015 e, comunque, sino all’approvazione della nuova legge di riforma del sistema degli enti locali in Sardegna.

 

Accolto dal segretario generale, dott.ssa Luisa Orofino e dai dirigenti dell’Ente, il nuovo amministratore straordinario ha chiarito quale sarà il suo ruolo in questi mesi, di carattere tecnico e non politico, per garantire l’ordinaria amministrazione e lo svolgimento dei servizi essenziali.
Torrente ha espresso anche la volontà di incontrare, la prossima settimana, il presidente uscente Massimiliano de Seneen, per ringraziarlo personalmente del lavoro svolto insieme agli amministratori che lo hanno accompagnato nel precedente mandato.
Non sarà un percorso semplice quello che mi aspetta, ha detto Torrente, una prova delicata che l’amministratore straordinario affronterà mettendo a disposizione le conoscenze acquisite nel ruolo di dirigente pubblico e, successivamente, di commissario straordinario in diversi Comuni della Sardegna. L’obiettivo è quello di ottimizzare il più possibile le poche risorse disponibili, ha precisato, valorizzando le diverse professionalità presenti all’interno dell’Ente.
Ai dirigenti, Massimo Torrente ha chiesto una relazione sullo stato dell’arte in Provincia in quanto a impegni, programmi e soprattutto per ciò che riguarda la criticità principale, quella finanziaria. Uno dei primi adempimenti dell’amministratore, certamente il più urgente, sarà infatti l’approvazione del bilancio di previsione.