Questa mattina la Consigliera comunale Mariangela Massenti,  insieme ai colleghi Giampaolo Lilliu e Marco Piras, ha presentato la Mozione urgente sul processo di razionalizzazione delle Società partecipate del Comune di Oristano, che riguarda in particolar modo Ist.Ar, Scuola Civica di Musica, Consorzio Uno e IMC. Il mondo della cultura, scrive Massenti,  purtroppo risulta essere sempre più  solo ed isolato dal periodo di crisi socioeconomica che si sta vivendo. L'intenzione è quella di accendere il dibattito sulle partecipazioni del Comune di Oristano. Riteniamo utile e necessario portare in aula la discussione politica del futuro delle partecipate. Parallelamente all'iter della legge.Mozione urgente sul processo di razionalizzazione delle Società partecipate del Comune di Oristano.

Mozione
Considerato  che il Decreto Milleproroghe ha imposto anche al Comune di Oristano la data del 31 marzo 2015 per l'approvazione del piano finalizzato alla razionalizzazione delle società partecipate, disciplinato dall'articolo 1, comma 612 della Legge n. 190/2014.
Preso atto che il 31 marzo 2015 la Delibera di Giunta n°35 avente per Oggetto: Piano operativo per il processo di razionalizzazione delle Società partecipate del Comune di Oristano, ha richiamato i principi di economicità, efficacia, imparzialità, pubblicità, trasparenza dell’azione amministrativa di cui all’articolo 1, comma 1, della Legge 7 agosto 1990 n. 241 e smi.
Considerato Lo stesso comma 612 indica i criteri generali cui si deve ispirare il “processo di razionalizzazione”, eliminando le società e le partecipazioni non indispensabili al perseguimento delle finalità istituzionali, anche mediante liquidazioni o cessioni; sopprimendo le società che risultino composte da soli amministratori o da un numero di amministratori superiore a quello dei dipendenti;
Preso atto che il Comune di Oristano detiene 11 partecipazioni quali Ist.Ar al 100%, Scuola Civica di Musica al 100%, IMC la partecipazione è data dalla concessione del diritto di superficie sui terreni in cui è ubicata la sede della fondazione, Fondazione Sa Sartiglia 100%, Consorzio Reti Porti Sardegna 8%, Autorità d’Ambito della Sardegna (obbligatorio) 1,4%, Marine Oristanesi 86%, Oristano Servizi 100% Consorzio Uno 10%, Consorzio Industriale Provinciale Oristanese, 31,41%. So.Ge.A.Or 11,97%.
Preso atto che la Giunta ha deciso di mantenere Oristano Servizi e Fondazione Sa Sartiglia e dismettere le altre.

Impegna Sindaco e Giunta
- rendere pubblico il parere dei Revisori
- a rendere note al Consiglio e alla Città le motivazioni che hanno escluso luoghi di cultura importanti per il nostro tessuto culturale, quali Ist.Ar, Scuola Civica di Musica, Consorzio Uno e IMC.
- rendere note le azioni che si intendono intraprendere per salvare delle eccellenze culturali storiche e scientifiche.

Mariangela Massenti
Giampaolo Lilliu
Marco Piras