In seguito alle intemperanze registrate durante l’incontro di calcioPaulese – Pozzomaggiore, giocato il15 aprile 2015, presso il lo Stadio Comunale di Paulilatino, su proposta degli Investigatori dell’Ufficio D.I.G.O.S. della Polizia di Stato e dei Militari del Comando Stazione Carabinieri di Ghilarza, il Questore di Oristano,  Francesco Di Ruberto, ha emesso 5 provvedimenti di Divieto di Accesso alle manifestazioni Sportive (D.A.SPO.).

La scorsa notte a San Nicolò D'Arcidano, ignoti, mediante utilizzo di liquido infiammabile hanno appiccato un incendio all'interno di un veicolo Renault Megane Scenic di proprietà di un di un 34enne commerciante del posto. Il veicolo, lasciato aperto durante la notte, è stato cosparso all'interno di liquido infiammabile e dato alle fiamme. L'incendio si è estinto autonomamente, ma gli interni del veicolo sono andati completamente distrutti. Il proprietario non ha saputo fornire utili elementi atti a identificare movente e autori del gesto. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Arborea, impegnati in un servizio di controllo del territorio nel Terralbese, disposto dalla Compagnia di Oristano. Il danno si aggira intorno ai 3.000 Euro, non coperto da assicurazione. Sono in corso indagini volte a identificare gli autori del gesto e a individuare il movente.

Nella giornata di ieri, personale della Squadra Mobile diretta dal Vice Questore Aggiunto, Dott. MONGIOVÌ, nell’ambito di mirati servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio,ha denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione 5 cittadini di etnia Romena.

Sperava forse che le bollette per i propri consumi sarebbero continuate ad arrivare a casa della compaesana deceduta: l’idea è venuta a un abitante di Ghilarza già finito nella lista dei clienti plurimorosi con quattordici bollette mai pagate negli ultimi anni e di conseguenza un debito accumulato di settemila euro.

Ieri mattina i Carabinieri della Stazione di Uras hanno tratto in arresto, in esecuzione di Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Cagliari, due uomini del luogo, F.N. di anni 38 e P.M. di anni 40. 

Ieri a Marrubiu, un veicolo Mercedes classe "B" proveniente da Terralba e diretto verso la S.S. 131, forzava un posto di controllo alla circolazione stradale, effettuato a Marrubiu in Piazza Italia, dai Carabinieri della Stazione che erano intenti a espletare un servizio notturno per il controllo del territorio.
Il veicolo prontamente inseguito dai militari è stato bloccato sulla S.S. 126 al Km. 117+200 direzione S.S.131 del comune di Marrubiu.
I primi accertamenti hanno permesso di constatare che all'interno dell'abitacolo erano presenti quattro giovani, tutti residenti nel comune di Guspini, il cui conducente è stato individuato in una giovane donna (classe 1991) che da subito ha manifestato chiari sintomi di ubriachezza. Sottoposta ad alcoltest è risultata positiva in entrambe le prove con un tasso pari a 2.11 g/l.

Sottocategorie