Sono sempre di più  le segnalazioni da parte dei cittadini che ripropongono il fenomeno delle discariche a cielo aperto di manufatti in cemento amianto.
La scrivente associazione è convinta che ci troviamo di fronte a una vera e propria emergenza ambientale e sanitaria derivante dalla fibra killer.
Ieri un’ulteriore segnalazione, a riprova di quanto appena affermato.
La segnalazione ha ad oggetto la località Parco Santa Petronilla sito in Donigala – Oristano- e denuncia la presenza di una recinzione in cemento amianto che con il suo deterioramento naturale sta provocando danno all’ambiente e alla salute dei cittadini, in quanto la presenza del cemento amianto è distante pochi metri dall’ingresso del parco che proprio in questo periodo è frequentato da numerosi cittadini, oristanesi e non.

Ieri mattina sono stati gli studenti del Liceo Scientifico/Linguistico “A. Volta” di Ghilarza, circa 400, ad incontrare nell’aula magna i carabinieri della locale Compagnia.
Stamane la “lezione” sulla “Cultura della legalità” ha interessato gli alunni, una settantina, della Scuola Media di Abbasanta.
Il capitano Alfonso Musumeci, accompagnato dal Maresciallo Aiutante Marco Pintore e dal Maresciallo Fabio Capparella,  rispettivamente comandanti delle Stazioni dei carabinieri di Ghilarza e di Abbasanta, ha affrontato diverse tematiche quali: la sicurezza stradale, la pedofilia, la violenza domestica, il bullismo e il cyberbullying, fornendo agli studenti anche il recapito telefonico (800669696) dell’osservatorio regionale sul bullismo istituito nel 2007 e quello antiviolenza nazionale 1522.

Due denunce alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Cagliari e il blocco delle attività condotte da un gruppo di minorenni per alterare la cilindrata degli scooter per mostrare la loro abilità nelle strade della città e gareggiare negli sterrati del Monte Arci. Una terza denuncia, sempre alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Cagliari, riguarda invece il furto di una bicicletta testimoniato dalle immagini della videosorveglianza.

Ritorna il corso di guida sicura per gli studenti delle superiori. Dopo la positiva esperienza degli anni passati, lo ripropone a Mores il Comando di Polizia locale di Oristano che, nell’ambito del Piano Nazionale di Sicurezza Stradale, organizza anche una campagna di educazione stradale nella scuola primaria.

A seguito di numerose segnalazioni giunte alla Polizia di Stato che riferivano di giovani spacciatori di fronte alle scuole del capoluogo oristanese, la Sezione Narcotici della Squadra Mobile, diretta dal Vice Questore Aggiunto Dr. Dario MONGOVI’, ha avviato già da alcune settimane una serie di servizi di osservazione che, ieri mattina, poco dopo le 08:00, in via Carducci, di fronte all’ingresso dell’Istituto Alberghiero, sono culminati con l’arresto in flagranza di reato di S.L., classe 1996 di Guspini (CA). 

Ieri pomeriggio, in Oristano, nel corso di una operazione finalizzata alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanza stupefacente, gli Investigatori della Squadra Mobile, Diretta dal Vice Questore Aggiunto Dr. Dario Mongiovì, e gli Operatori della Sezione Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico, Diretto dal Commissario Capo Dr. Michele Amatulli, hanno indagato in stato di libertà S.F., classe 1980 di Oristano, per i reati di “Detenzione di Sostanza Stupefacente ai Fini di Spaccio” e “Detenzione abusiva di munizionamento per armi comuni da sparo”.

Sottocategorie