Entro il 4 maggio p.v., in osservanza alle disposizioni di legge di cui all’art.6 - 2° comma D.L. Nr. 121/2013, tutti i soggetti autorizzati a detenere armi dovranno produrre il certificato medico previsto dall’art. 35 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

Il certificato dovrà essere rilasciato da un Ufficiale Sanitario, Medico Provinciale, Medico Militare abilitato o Medico della Polizia di Stato e deve attestare l’assenza di malattie mentali o condizioni che determinano, anche se temporanee, una diminuzione della capacità d’intendere e di volere.
Il certificato, in corso di validità, dovrà essere presentato presso l’ Ufficio di Pubblica Sicurezza – Questura di Oristano o Stazione Carabinieri competente – ove l’arma risulta denunciata.
In caso di inadempienza dell’obbligo, il Prefetto potrà adottare il divieto di detenzione delle armi di cui all’art. 39 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.
Sono esenti, dal presentare la relativa certificazione medica, i titolari di porto d’armi in corso di validità (in quanto già soggetti alla presentazione della certificazione medica di idoneità psicofisica), e coloro che, per l’ottenimento di altri titoli abilitanti alla detenzione di armi, abbiano prodotto il certificato di idoneità psicofisica nei 6 anni antecedenti al 5 novembre 2013, data in cui è entrato in vigore il suddetto Decreto Legislativo.
Lo sportello dell’Ufficio porto d’armi della Questura di Oristano è a disposizione per chiarimenti ed informazioni sulla materia, dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.00 (recapito telefonico 0783/2142427-518).